sport giovanile: quando è ok per uscire da uno sport?

Nel mese di aprile, il tuo 10 anni, era impaziente di iniziare a Little League. Ora è giugno o luglio, e trascina i piedi ogni volta che è il momento di prendere il suo guanto. “Non voglio più giocare a baseball,” dice.

Quindi è OK per lasciarlo appena smesso? Che cosa è un motivo “abbastanza buono” per uscire uno sport?

Come aiutarlo a gestire le sue emozioni, così da poter rimanere motivati ​​per essere attivo?

La risposta è di guardare indietro perché voleva giocare, in primo luogo, dice George Scarlett, PhD. E ‘vice presidente del Dipartimento Eliot-Pearson dell’Istruzione presso la Tufts University e autore di The Baseball Starter: Un manuale per Coaching bambini e ragazzi.

Quando è stato chiesto, la maggior parte dei bambini dicono di essere motivati ​​e vogliono fare sport perché vogliono

Notate qualcosa che manca da quella lista? Proprio così – vincente. I bambini piccoli non decidono di giocare a baseball o calcio o il tennis, o qualsiasi altro sport perché vogliono vincere. Lo fanno soprattutto perché vuole divertirsi. Vogliono giocare.

“Alle 7, 8, e 9, molti bambini sono pronti a innamorarsi di uno sport”, dice Rossella. “Ma per fare questo, hanno bisogno di essere circondato con il supporto, non solo allenato durante le partite.”

Per sostenere il loro amore di essere attivi e contribuire a motivare loro di muoversi

La maggior parte di tutti, Scarlett dice, assicurarsi che il bambino arriva a giocare con i loro amici. Troppo spesso, dice, gli allenatori sono così concentrati sulla costruzione di squadre competitive – anche tra 8, 9, e 10 anni di età – che “bozza” roster dei migliori giocatori. Che lascia i bambini meno dotati in panchina.

I bambini hanno bisogno di partecipare e divertirsi con gli amici, non sedersi sulla panchina di una squadra fatta di suonerie che non sanno, dice.